Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui.
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
www.emiliaromagnaturismo.it Emilia-Romagna Turismo

Monchio



Scheda aggiornata il 17/05/2015 (40756)


A cura della Redazione locale Unione di Comuni Valli Dolo Dragone e Secchia
Via Rocca, 1 - 41045 Montefiorino (MO)
Telefono: 0536/962727 Fax: 0536/965312 Email: infoturismo@unionecomuniovest.mo.it

Citato per la prima volta nella dedizione al comune di Modena nel 1197. Dipendente dal Comitato di Gombola nel 1398 fu ceduto ai Montecuccoli. Dal 1534 fu parte del feudo di Rancidoro fino al 1797. Nel 1370 si ha notizia della presenza di almeno 4 torri. Il centro abitato venne in gran parte distrutto durante l'eccidio del 18 marzo 1944 e attualmente non conserva elementi architettonici di particolare interesse storico. Nel 1615 vi erano tre chiese: S.Giulia, S.Vitale e S.Maria. L'attuale chiesa di S.Maria Assunta venne completamente ricostruita nel 1909. Nella zona di S.Giulia è stata rinvenuta una spada risalente all'età del Bronzo (1300-1500 a.C.) e la zona si configura come un interessante sito archeologico. Interessante è Casa Gigli, Casa-Torre del 500 tra le più imponenti ed artistiche della zona. La chiesetta romanica di S.Vitale (XIII sec.), recentemente restaurata è elevata su di un piccolo sperone roccioso.